Abbiamo costruito per voi una selezione di itinerari a tema che meglio rappresentano la storia di Marsala.

La durata dei nostri itinerari può essere gestita in autonomia secondo le vostre necessità temporali.

Che sia una vacanza di un giorno o di una settimana, troverete l'itinerario giusto per voi!

LA VIA DI GARIBALDI

1

Garibaldi sbarcò a Marsala l'11 Maggio 1860

2

Monumento ai Mille, dedicato ai garibaldini

3

Porta Garibaldi, la porta

più antica della città

4

Museo Civico, reperti dell'impresa dei Mille

5

INFO

1. GIUSEPPE GARIBALDI

Un uomo che ha fatto la storia del Marsala e la storia d'Italia è Giuseppe Garibaldi, che sbarcato in Sicilia l'11 Maggio 1860 a bordo di 2 piroscafi di nome: "Lombardia" e "Piemonte" trovò ristoro in una taverna. Ancora oggi a Marsala sembra che Giuseppe Garibaldi sia sbarcato ieri, le sue fotografie con il cappello in sbiego riempiono la città, come fosse una star di oggi, ovunque basta alzare la testa che si legge una targa con scritto: "Qui l'eroe dei due mondi ha dormito,  ha mangiato, ha bevuto".

2. MONUMENTO AI MILLE

Il monumento ai Mille è una costruzione dedicata ai garibaldini per lo sbarco a Marsala, situato dinanzi al lungomare della città di Marsala. Nei pressi del monumento troverete un parcheggio gratuito dove lasciare la vostra auto ed iniziare questo interessante tour! La Domenica il parcheggio non è disponibile inquanto è sede del "Mercato del Contadino", dove si trovano i prodotti della terra locale come ortaggi, frutta, olio di oliva, pane di paese, miele e molto altro ancora. Da questo punto, salendo via Scipione, si giunge a Porta Garibaldi.

3. PORTA GARIBALDI

Porta Garibaldi è una delle porte più antiche della città di Marsala, celebre per il passaggio di Giuseppe Garibaldi e dei Mille l'11 maggio 1860. In origine si chiamava "Porta di mare" in quanto costruita vicino al mare, successivamente prese il nome attuale (Porta Garibaldi). Nel passato, le porte, oltre alla funzione strategica di difesa militare avevano anche il compito di delimitare il centro cittadino. Una volta superata la Porta, troverete l'Antico Mercato sulla vostra destra e la Chiesa dell'Addolorata sulla vostra sinistra.

4. MUSEO RISORGIMENTALE GARIBALDINO "GIACOMO E LUIGI GIUSTOLISI"

Salendo da porta Garibaldi, sulla destra troverete la sede del Comune di Marsala con il suo atrio, ovvero quella che un tempo fu la sede del quartiere militare spagnolo. Continuando per la via Giuseppe Garibaldi, giungerete a piazza della Repubblica, dove si eregge maestosa, la Chiesa Madre S. Tommaso di Canterbury. Da li a pochi metri di distanza si trova il Museo Civico dove sono esposti reperti d’epoca relativi all'impresa dei Mille, oltre alla famosa poltrona in damasco su cui sembra che Garibaldi riposò dopo lo sbarco. Ingresso gratuito

5. INFO UTILI

Questo itinerario è idoneo per chi piace passeggiare nel centro storico, ammirare gli edifici, le piazze e i musei. Va bene per gruppi, coppie, solo travellers, con bambini e disabili. Durante il percorso troverete bar, ristoranti e wine bar dove degustare specialità tipiche siciliane: dolci, gelati, granite, primi piatti, vini locali e il famoso vino liquoroso "Marsala". All'ingresso dell'Antico Mercato, subito dopo Porta Garibaldi troverete i servizi igienici pubblici. Il tempo raccomandato per questo itinerario è mezza giornata.

ITINERARIO GOOGLE MAP 

SCARICA L'ITINERARIO IN PDF

 
 
 
 
 
 
 

LA VIA DEL MARSALA

1

John Woodhouse, l'uomo che ha scoperto il Marsala

2

Museo Mirabile, storia contadina

3

Cantine storiche di Marsala

4

Un bicchierino tra le vie del centro storico 

5

INFO

1. JOHN WOODHOUSE

La versione più accreditata sulla nascita (1773) del Marsala come vino liquoroso (o fortificato) è incentrata sulla figura del commerciante inglese John Woodhouse. Vincenzo Florio nel 1833 fondò la prima cantina italiana di produzione del Marsala. Tra il XIX e il XX secolo si creò un vero e proprio business di questo vino che rese l’omonima città una delle più ricche della regione. Il Marsala è l’unico vino italiano le cui regole sono dettate da una legge, la n.851 del 28 novembre 1984. Non si può dire di aver visitato Marsala senza aver assaggiato il vino!

2. MUSEO DELL'ARTE CONTADINA

Iniziamo questo tour dalle origini contadine e dalla lavorazione della terra. Presso il Museo Mirabile, infatti, è possibile ripercorrere le origini della coltivazione della vite e della lavorazione delle uve per arrivare al prodotto finale, il vino. Il museo è una struttura privata, inaugurata nel 2000 grazie al suo proprietario il Rag. Salvatore Mirabile. Tra le varie zone del museo si trova quella della "via del vino": Coltivazione della vite; Raccolta dell'uva; Il vino; Le botti. Per il nostro itinerario si consiglia la visita il sabato alle ore 10. Ingresso libero

3. CANTINE STORICHE

Continuiamo questo "wine tour" con la cantina storica dove Vincenzo Florio iniziò la prima produzione del Marsala nel 1833. La visita guidata all’interno delle Cantine Florio è un viaggio che inizia davanti ai maestosi tini giganti, costruiti alla fine dell’800 e ancora utilizzati per l’affinamento del marsala, e prosegue all’interno delle 3 affascinanti bottaie. Dopo un tour di trenta minuti, si accede alle sale di degustazione Donna Franca e Duca Enrico, dove i visitatori potranno effettuare una degustazione di vini Marsala e specialità gastronomiche.

4. UN BICCHIERINO TRA LE VIE DEL CENTRO

Ci dirigiamo verso il centro storico di Marsala, lasciando la nostra auto presso il parcheggio libero di fronte il Teatro Impero. Da qui attraversiamo piazza della Vittoria e la storica Porta Nuova. Adesso ci troviamo dentro le mura della città a pochi metri dalla prima tappa: l'Enoteca Comunale; Seconda tappa: Ciacco Putia, dove sicuramente vi consigliamo di provare la degustazione dei vini marsala abbinati a prodotti tipici della gastronomia siciliana. Francesco, il proprietario della bottega, vi darà qualche cenno sulla storia del Marsala.

5. INFO UTILI

Questo itinerario è indicato a chi piace bere alcolici e a chi desidera scoprire come viene prodotto il vino Marsala, la sua storia e le sue caratteristiche. Va benissimo per le coppie, solo travellers e piccoli gruppi di amici. Il giorno ideale è il sabato mattina (se si vuole iniziare con il Museo Mirabile), altrimenti qualsiasi altro giorno della settimana. Sconsigliato a chi viaggia con bambini e agli astemi!!

ITINERARIO GOOGLE MAP 

SCARICA L'ITINERARIO IN PDF

 
 
 
 
 
 

LA VIA DEL SALE

1

John Woodhouse, l'uomo che ha scoperto il Marsala

2

Museo Mirabile, storia contadina

3

Cantine Storiche di Marsala

4

Un bicchierino tra le vie del centro storico 

5

INFO

IL MARSALA

La versione più accreditata sulla nascita (1773) del Marsala come vino liquoroso (o fortificato) è incentrata sulla figura del commerciante inglese John Woodhouse. Vincenzo Florio nel 1833 fondò la prima cantina italiana di produzione del Marsala. Tra il XIX e il XX secolo si creò un vero e proprio business di questo vino che rese l’omonima città una delle più ricche della regione. Il Marsala è l’unico vino italiano le cui regole sono dettate da una legge, la n.851 del 28 novembre 1984. Non si può dire di aver visitato Marsala senza aver assaggiato il vino!

2. MUSEO DELL'ARTE CONTADINA

Iniziamo questo tour dalle origini contadine e dalla lavorazione della terra. Presso il Museo Mirabile, infatti, è possibile ripercorrere le origini della coltivazione della vite e della lavorazione delle uve per arrivare al prodotto finale, il vino. Il museo è una struttura privata, inaugurata nel 2000 grazie al suo proprietario il Rag. Salvatore Mirabile. Tra le varie zone del museo si trova quella della "via del vino": Coltivazione della vite; Raccolta dell'uva; Il vino; Le botti. Per il nostro itinerario si consiglia la visita il sabato alle ore 10. Ingresso libero

3. CANTINE STORICHE DI MARSALA

Continuiamo questo "wine tour" con una cantina storica dove Vincenzo Florio iniziò la prima produzione del Marsala nel 1833. La visita guidata all’interno delle Cantine Florio è un viaggio che inizia davanti ai maestosi tini giganti, costruiti alla fine dell’800 e ancora utilizzati per l’affinamento del marsala, e prosegue all’interno delle 3 affascinanti bottaie. Dopo un tour di trenta minuti, si accede alle sale di degustazione Donna Franca e Duca Enrico, dove i visitatori potranno effettuare una degustazione di vini Marsala e specialità gastronomiche.  

4. UN BICCHIERINO TRA LE VIE DEL CENTRO

Ci dirigiamo verso il centro storico di Marsala, lasciando la nostra auto presso il parcheggio libero di fronte il Teatro Impero. Da qui attraversiamo piazza della Vittoria e la storica Porta Nuova. Adesso ci troviamo dentro le mura della città a pochi metri dalla prima tappa: l'Enoteca Comunale; Seconda tappa: Ciacco Putia, dove sicuramente vi consigliamo di provare la degustazione dei vini marsala abbinati a prodotti tipici della gastronomia siciliana. Francesco, il proprietario della bottega, vi darà qualche cenno sulla storia del Marsala.

5. INFO UTILI

Questo itinerario è indicato a chi piace bere alcolici e a chi desidera scoprire come viene prodotto il vino Marsala, la sua storia e le sue caratteristiche. Va benissimo per le coppie, solo travellers e piccoli gruppi di amici. Il giorno ideale è il sabato mattina (se si vuole iniziare con il Museo Mirabile), altrimenti qualsiasi altro giorno della settimana. Sconsigliato a chi viaggia con bambini e agli astemi!!

ITINERARIO GOOGLE MAP 

SCARICA L'ITINERARIO IN PDF

 
 
 
 
 
 

LA VIA RELIGIOSA

1

Le Processioni del Giovedì e Venerdì Santo

2

Santuario

Santo Padre delle Perriere

3

Alla scoperta dei formaggi siciliani a -30 metri..

4

Tra grotte, antichi monasteri e chiese

5

INFO

1. PROCESSIONE

Se la vostra passione sono i viaggi alla scoperta delle tradizioni sacre, allora Marsala è una meta da non perdere. Prima della Pasqua, si svolgono due importanti eventi religiosi: la processione del Giovedì e del Venerdì Santo. Un gran numero di visitatori e locals assistono alle rappresentazioni che si svolgono principalmente tra le vie del centro storico. La città diventa così teatro a cielo aperto di due avvenimenti molto sentiti dalla comunità. La processione del Giovedì Santo è la più folklorica con figuranti e attori.

2. SANTO PADRE DELLE PERRIERE

Il nostro tour inizia nelle campagne marsalesi, lontano dal centro storico. Ci troviamo vicino le famose cave di tufo in zona Santo Padre. Il Santuario si trova all’interno di una cava, un tempo adibita all’estrazione del tufo, detta “perriera”.  Il luogo è meta di pellegrinaggi e di preghiera e conserva una statua in mezzobusto di San Francesco di Paola. Le visite sono permesse i venerdì dalle 08:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 20:30, mentre le Domeniche si può assistere alla Santa Messa alle ore 18:00.

3. ALLA SCOPERTA DEI FORMAGGI SICILIANI

Rimaniamo vicino il Santuario che abbiamo appena visitato. A pochi metri si trova il Caseificio Impiccichè, situato a - 30 metri dal livello della strada! Proprio così, infatti il caseificio si trova all'interno di una cava dismessa dove fino a poco tempo fa si estraevano i blocchi di tufo per costruire edifici, adesso sede anche di un vivaio con piante e alberi di tutti i tipi, sembra di essere a Jurassic Park! Organizziamoci per visitare il caseificio il martedì e il venerdì verso le ore 17 quando viene preparata la ricotta. La visita va prenotata in anticipo chiamando il +39.0923.961148.

4. TRA GROTTE E CHIESE

La prossima tappa del nostro tour è il Santuario Madonna della Cava, patrona principale e speciale protettrice della città di Marsala. Qui si possono trovare tracce di uno tra i monasteri più antichi al mondo. A seguire ci dirigiamo verso il centro storico di Marsala, lasciando la nostra auto presso il parcheggio libero di fronte il Teatro Impero. Da qui attraversiamo piazza della Vittoria e la storica Porta Nuova. Adesso ci troviamo dentro le mura della città a pochi metri dalla Chiesa Madre e dalla Chiesa dell'Addolorata.

5. INFO UTILI

Questo itinerario è indicato a chi desidera scoprire le tradizioni sacre legate ad anni di storia della religione cristiana. Va benissimo per le coppie, solo travellers, piccoli gruppi e famiglie. Il periodo ideale è la settimana di Pasqua quando si svolgono le processioni del Giovedì e del Venerdì Santo. Altrimenti qualsiasi altro periodo va bene per tutti gli altri punti dell'itinerario 

SCARICA L'ITINERARIO IN PDF

 
 
 
 
 
 

LA VIA DEL TUFO

1

Il tufo, una pietra calcarea per costruire edifici

2

Parco delle cave a - 30 mt sotto il livello stradale

3

Parco Natura Tuxiare

percorso natura sensoriale

4

Impiccichè

caseificio in cava

5

INFO

1. IL TUFO

La pietra di tufo è il materiale locale usato per la costruzioni di edifici e manufatti. Questa pietra calcarea viene estratta da centinaia di anni dalle numerose cave presenti nel territorio marsalese, quasi tutti gli edifici storici della città sono stati realizzati con questo materiale. Adesso la maggior parte delle cave sono state riconvertite in luoghi da visitare per un avventura a - 30 metri dal livello stradale.

2. TUNNEL E CAVERNE SCAVATI DALL'UOMO

Il nostro tour inizia presso uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia, a - 30 metri sotto il livello stradale! Se avete paura del buio questo tour non fa per voi, mentre se siete amanti dell'avventura e dell'inaspettato, siete i benvenuti! La prima tappa è il Parco delle Cave, un percorso guidato per scoprire da dove nascono case, monumenti ed intere città. Il tour si sviluppa in 4 tappe : visita al Parco delle Cave, visita ad una cava attiva, visita al museo degli attrezzi dei cavatori e pranzo dentro una cava. Disponibile giovedì e sabato, costo di 50€

3. TUXIARE

Prendiamo un pò d'aria e ci dirigiamo verso il Parco Natura Tuxiare per un percorso botanico naturalistico sensoriale. Il percorso si estende all'interno di una cava in disuso trasformata in vivaio, fattoria e percorso botanico. Sono presenti servizi igienici e un parcheggio per le vostre auto.

4. JURASSIC PARK..

Ritornando verso Marsala incontrerete il Caseificio Impiccichè, situato a - 30 metri dal livello della strada! Proprio così, infatti il caseificio si trova all'interno di una cava dismessa dove fino a poco tempo fa si estraevano i blocchi di tufo per costruire edifici, adesso sede anche di un vivaio con piante ed alberi di tutti i tipi, sembra di essere a Jurassic Park! Organizziamoci per visitare il caseificio di martedì o venerdì verso le ore 17 quando viene preparata la ricotta. La visita va prenotata in anticipo chiamando il +39.0923.961148.

5. INFO UTILI

Questo itinerario è indicato a chi piace l'avventura e a chi non ha paura di entrare dentro tunnel e caverne buie. Va benissimo per le coppie, solo travellers, piccoli gruppi e famiglie. Il periodo ideale è da maggio a fine ottobre. Attrezzatevi per un picnic all'aerea aperta.

ITINERARIO GOOGLE MAP 

SCARICA L'ITINERARIO IN PDF

 
 
 
 
 
 

LA VIA DEL VINO

1

Oltre 40 cantine, il paradiso per i wine lovers

2

Museo Mirabile, storia contadina

3

Cantine Florio

4

Un bicchierino tra le vie del centro storico 

5

INFO

1. OLTRE 40 CANTINE

Marsala, con le 40 e oltre cantine presenti nel suo vasto territorio, è la località di riferimento dei "wine lovers" di tutto il mondo. Marsala vanta un gran numero di cantine storiche e la più alta produzione di vini DOC in tutta la Sicilia. Per voi che amate il vino e la sua storia, c'è l'imbarazzo della scelta di cantine da visitare. Sarà possibile eseguire varie degustazioni con abbinamenti gastronomici siciliani oltre alla visita dei stabilimenti di produzione e invecchiamento. Non si può dire di aver visitato Marsala senza aver assaggiato il vino!

2. CANTINA A

Iniziamo questo tour dalle origini contadine e dalla lavorazione della terra. Presso il Museo Mirabile, infatti, è possibile ripercorrere le origini della coltivazione della vite e della lavorazione delle uve per arrivare al prodotto finale, il vino. Il museo è una struttura privata, inaugurata nel 2000 grazie al suo proprietario il Rag. Salvatore Mirabile. Tra le varie zone del museo si trova quella della "via del vino": Coltivazione della vite; Raccolta dell'uva; Il vino; Le botti. Per il nostro itinerario si consiglia la visita il sabato alle ore 10. Ingresso libero

3. CANTINA B

Continuiamo questo "wine tour" con la cantina storica dove Vincenzo Florio iniziò la prima produzione del Marsala nel 1833. La visita guidata all’interno delle Cantine Florio è un viaggio che inizia davanti ai maestosi tini giganti, costruiti alla fine dell’800 e ancora utilizzati per l’affinamento del marsala, e prosegue all’interno delle 3 affascinanti bottaie. Dopo un tour di trenta minuti, si accede alle sale di degustazione Donna Franca e Duca Enrico, dove i visitatori potranno effettuare una degustazione di vini Marsala e specialità gastronomiche.  

4. UN BICCHIERINO TRA LE VIE DEL CENTRO

Ci dirigiamo verso il centro storico di Marsala, lasciando la nostra auto presso il parcheggio libero di fronte il Teatro Impero. Da qui attraversiamo piazza della Vittoria e la storica Porta Nuova. Adesso ci troviamo dentro le mura della città a pochi metri dalla prima tappa: l'Enoteca Comunale; Seconda tappa: Ciacco Putia, dove sicuramente vi consigliamo di provare la degustazione dei vini marsala abbinati a prodotti tipici della gastronomia siciliana. Francesco, il proprietario della bottega, vi darà qualche cenno sulla storia del Marsala.

5. INFO UTILI

Questo itinerario è indicato a chi piace bere alcolici e a chi desidera scoprire come viene prodotto il vino Marsala, la sua storia e le sue caratteristiche. Va benissimo per le coppie, solo travellers e piccoli gruppi di amici. Il giorno ideale è il sabato mattina (se si vuole iniziare con il Museo Mirabile), altrimenti qualsiasi altro giorno della settimana. Sconsigliato a chi viaggia con bambini e agli astemi!!

ITINERARIO GOOGLE MAP 

SCARICA L'ITINERARIO IN PDF